Studentessa di Pescara vince un premio alla competizione MakeX Spark

Stem@it e l’Istituto Nostra Signora di Pescara hanno collaborato insieme per il Bando STEM2020, organizzando una formazione specifica e partecipando alla competizione online Makex Spark.
Questa opportunità non solo ha permesso agli studenti di mettersi alla prova ma anche di mostrare le loro capacità realizzando progetti innovativi.

Progetto Smart Home all’Istituto Nostra Signora

Dal 24 settembre 2020 al 18 dicembre 2020, all’interno dell’Istituto Nostra signora, è stato organizzato il progetto  “Smart Home”. Ha coinvolto le classi quinte della scuola primaria e alcuni alunni della classe 1° della scuola secondaria di primo grado.

STEM@it, grazie al bando STEM2020, ha disegnato ed organizzato il corso di formazione per far conoscere agli studenti il mondo dell’Internet of Things (Iot).

Attraverso le varie attività di “learning by doing”, gli studenti hanno appreso il funzionamento di strumenti tecnologici. Imparando ad associarli agli oggetti della vita quotidiana.

Grazie alla formazione maturata da questo progetto, sei studenti hanno avuto l’opportunità di partecipare alla competizione online MakeX Spark.

Competizione online MakeX Spark

Nello scorso Dicembre, dunque, sei alunni dell’Istituto Nostra Signora di Pescara hanno partecipato alla competizione online MakeX Spark.

MakeX è una piattaforma di competizioni di robotica educativa per bambini e ragazzi (età 6-13 anni). Mira ad ispirare l’entusiasmo dei giovani, la loro creatività, la condivisione e la collaborazione.
Ciò ha permesso ai giovani partecipanti di lavorare sul pensiero logico con la programmazione a blocchi, di sviluppare competenze di problem solving con la progettazione, costruzione e programmazione di robot autonomi.

Con il suo progetto “Car by Color”, Claudia Antonucci, studentessa della scuola primaria, si è aggiudicata il premio “Young Designer Award”.
La vittoria le darà l’opportunità di partecipare alla  “
World Robot Contest”: un’importante competizione mondiale di robotica per ragazzi.

I nostri complimenti vanno a tutti i partecipanti per l’impegno e alla vincitrice per averci dimostrato che con la dedizione e l’impegno nulla è impossibile!
Grazie agli ottimi risultati ottenuti, anche STEM@it insieme all’Istituto Nostra Signora, hanno ricevuto un riconoscimento a questo evento, vincendo il premio come “Excellent Organizer”.

Il progetto “Car by Color” alla competizione MakeX Spark

competizione-make-x-claudia-nostra-signora-pescaraCiò che ha permesso a Claudia di vincere il premio alla competizione MakeX, è stata non solo la sua spiccata intelligenza ma soprattutto la passione e la determinazione. Infatti il suo percorso non è stato affatto semplice. 

All’inizio ha provato a costruire un’auto con dei blocchi in plastica che, però, non riusciva a comunicare con HaloCode, un dispositivo a scheda singola con funzioni programmabili (led) e sensori (touch, di movimento e vocale) pensato appositamente per l’apprendimento a scuola

Il problema è stato risolto ricostruendo la macchina con materiali appartenenti al Kit di Halocode ed utilizzando un sensore di colore per controllare l’auto.
Tuttavia, la soluzione ha sollevato un’altra questione, ovvero che il colore della bandiera non veniva riconosciuto se l’auto si muoveva troppo velocemente.

Così, Claudia, il giorno seguente tornò di corsa a scuola per posizionare un ulteriore sensore di colore sotto l’auto. Di notte, ha progettato una curva sulla strada e ha costruito il garage con un altro Halocode, in modo che i due dispositivi potessero comunicare tra loro per completare alcune attività.
E alla fine, con successo, ha terminato il suo progetto.

Noi di STEM@IT crediamo nell’importanza di investire sulle giovani risorse, neanche la pandemia è riuscita a fermarci. Infatti, grazie alla disponibilità dell’Istituto Nostra signora, del corpo docente e dei promettenti alunni, è stato possibile garantire la continuità della formazione con incontri a distanza e, quando possibile, in presenza.

L’importante è credere nei giovani, avere fiducia in loro.

Prepararli significa dargli la motivazione giusta per mettere in gioco se stessi e le proprie capacità, senza fermarsi mai.