Campi estivi 2019: dal coding alla robotica. Laboratori tecnologici per bambini dai 7 ai 13 anni

Ci siamo! L’anno scolastico è finito, è il momento delle vacanze estive: sole, mare, giochi all’aria aperta attendono i più piccoli.
È consigliabile, in questi mesi fuori dalle aule, che i ragazzi occupino parte del loro tempo libero in modo produttivo.
I campi estivi sono l’occasione per rendere l’estate più serena, divertente e anche formativa.

Un’esperienza che unisce spensieratezza e responsabilità, a cui oggi si affidano sempre più famiglie.

Tra i maggiori benefici dei campi estivi: aiutano i ragazzi a fare nuove amicizie, stimolano la curiosità e sono ottime occasioni di apprendimento.

Che si interessino a sport o a nuove lingue, i ragazzi trascorrono il loro tempo in un’atmosfera informale e giocosa.
Così, mentre si divertono, hanno l’opportunità di imparare qualcosa di nuovo con creatività e fantasia.

Tutto questo è ciò che accade ai campi estivi FabCamp organizzati in partnership con Stematit.

Campi estivi e laboratori tecnologici

I campi estivi FabCamp propongono una settimana ricca di attività.
Lo scopo è di stimolare le capacità di apprendimento e conoscere le nuove tecnologie attraverso laboratori tematici di gruppo.

Ogni giorno un laboratorio diverso: robotica, coding, stampa 3D, elettronica programmabile, voice technology, droni.

Insomma, una settimana alla scoperta del futuro!

Imparare e divertirsi dal mattino…

I campi estivi FabCamp si rivolgono a bambini tra i 7 e i 13 anni e si svolgono nelle migliori strutture ricettive.
In particolare, quelli dedicati alle nuove tecnologie ci saranno dall’1 al 6 luglio a Pescara

Niente è lasciato al caso e ogni momento della giornata è organizzato per stimolare la socializzazione, il divertimento, l’apprendimento.

Dopo la colazione, i ragazzi danno inizio alla giornata con un gioco che gli permetterà di conoscersi l’un l’atro. A metà mattina iniziano i laboratori tematici dedicati alle innovazioni tecnologiche e poi tutti a tavola per condividere il pranzo.

…alla sera

Dopo il pranzo, i ragazzi potranno rilassarsi in attesa di prendere parte alle attività del pomeriggio.
Ad esempio, il corso di inglese e “il gioco del giorno”, infatti ogni giorno verrà proposto un gioco di squadra diverso per sviluppare creatività, problem solving e lavoro in gruppo.

Al termine delle attività ci sarà spazio per lo svago con giochi, sport e magari una bella nuotata in piscina, laddove la struttura ne sia dotata.

E dopo le 18? I ragazzi torneranno a casa per ritrovarsi il mattino successivo, pronti per continuare questa fantastica esperienza.

Oltre ai campi estivi appena citati, Stematit organizza anche altre attività per i bambini durante l’estate: Athena English Summer ed Estate al Museo che si svolgeranno tra i mesi di giugno e luglio 2019.

E’ importante sfruttare al meglio le vacanze estive.
I campi estivi FabCamp sono l’opzione giusta per renderle divertenti e produttive, vivendo un’esperienza unica.